Newsletter 06/05/2020
Aggiornato al 3 giugno 2020

ORDINANZA REGIONE VENETO IN VIGORE DAL 04 AL 17 MAGGIO 2020:

Ecco i punti più importanti del testo:

 Spostamenti nel territorio regionale.
Le visite a congiunti sono ammesse in tutto il territorio regionale se riguardanti il coniuge, il partner convivente, il partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge);

 Distanziamento.
Il distanziamento non si applica tra persone conviventi;

 Misure di prevenzione generale nell’intero territorio regionale.
In tutti i casi di uscita dalla proprietà privata, è obbligatorio l’utilizzo di mascherina, o altro strumento di copertura di naso e bocca, e di guanti, o di liquido igienizzante. Non sono soggetti all’obbligo di utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilita’. Per coloro che svolgono attività motoria intensa non è obbligatorio l’uso di mascherina o copertura durante l’attività fisica intensa, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa;

 Attività motoria e sportiva nel territorio regionale.
E’ consentito lo svolgimento individuale o con componenti del nucleo famigliare di attività sportiva o motoria quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, camminata, corsa, ciclismo, tiro con l’arco, equitazione, tennis, golf, pesca sportiva, canottaggio, ecc.. Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività, nei limiti del territorio regionale; é consentita l’attività motoria collegata all’addestramento di animali all’aperto;

 Attività agonistica in impianti sportivi.
È consentita la pratica motoria o sportiva individuale nel rispetto del distanziamento di almeno due metri, per atleti professionisti o non professionisti di sport individuali e non individuali, in funzione dell’allenamento agonistico, anche presso impianti sportivi al chiuso o all’aperto ma in ogni caso a porte chiuse, incluse le piscine;

 Spostamento verso seconde case e altri beni mobili.
È consentito lo spostamento verso e dalla seconda casa o presso camper, roulotte, imbarcazioni, velivoli, veicoli d’epoca o da competizione, in proprietà o locazione nel territorio regionale, ai fini dello svolgimento di attività di manutenzione da parte del proprietario o del locatario, fatta salva la possibilità di lavori per mezzo di operatori professionali;

 Parchi, giardini e ville pubbliche.
Sono riaperti parchi e giardini anche di ville pubbliche.

 Chiusure festive di esercizi commerciali.
E’ disposta la chiusura nei giorni festivi degli esercizi commerciali di vendita generi alimentari, apparecchi elettronici e telefonici, di elettrodomestici, ferramenta, illuminazione, fotografia, salva la vendita a domicilio o per asporto;

 Modalità di accesso agli esercizi commerciali e misure precauzionali.
L’accesso agli esercizi commerciali avviene ad opera di un componente di ciascun nucleo famigliare, salvo accompagnamento di minori di anni 14 o di persone non autosufficienti.
Negli esercizi commerciali e di servizio si applicano le disposizioni di cui all’allegato 1).

 Vendita di cibo a domicilio.
E’ ammessa la vendita di cibo con consegna a domicilio, con rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto e con obbligo di uso per l’operatore almeno di mascherina e guanti;

 Vendita di cibo da asporto.
E’ consentita la vendita di cibo da asporto. La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano dilazionati nel tempo e comunque, negli spazi esterni anche di attesa, nel rispetto del distanziamento di un metro tra avventori e con uso da parte degli stessi di mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante, e consentendo, nell’eventuale locale interno, la presenza di un cliente alla volta, con mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante, e stazionamento per il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce; gestore ed addetti devono essere muniti di mascherina e guanti; rimane sospesa ogni forma di consumo sul posto ed è confermata la possibilità di consegna a domicilio; è comunque ammesso l’acquisto di cibo, rimanendo all’interno del veicolo, presso le strutture dedicate, senza uscita di passeggeri;

 Uso di veicoli privati con passeggeri.
L’uso di veicoli privati con passeggeri a fini lavorativi diversi dal trasporto pubblico, è soggetto alle misure valide per l’ambiente di lavoro dell’azienda interessata; l’uso di veicoli privati con passeggeri non conviventi avviene garantendo il distanziamento delle persone di almeno un metro o l’uso di mascherine o altra idonea copertura di naso o bocca e uso di liquido igienizzante;

 Misure precauzionali negli ambienti di lavoro.
Negli ambienti di lavoro si applicano le disposizioni di cui agli allegati nn. 2, 3 e 4;

 Distributori automatici.
La vendita mediante distributori automatici è ammessa senza limitazione di luogo; è obbligatorio il distanziamento di un metro e l’uso di mascherina o altra copertura e guanti da parte dei consumatori che prelevano i prodotti o uso di gel;

 Mercati e commercio senza posto fisso.
I mercati e le altre forme di vendita senza posto fisso, aventi ad oggetto generi alimentari, sono ammessi ove svolti in conformità a piani adottati dal sindaco che stabiliscano le seguenti condizioni:
– nel caso di mercati all’aperto, adozione di perimetrazione;
– varchi di accesso separati da quelli di uscita;
– sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento nonché il controllo dell’accesso ed uscita;
– rispetto delle disposizioni di cui all’allegato n. 1;

 Vendita in forma ambulante.
La vendita di generi alimentari da parte di venditori ambulanti si svolge nel rispetto delle disposizioni comunali e dell’obbligo di distanziamento di m. 1 e con utilizzo di mascherina o copertura di naso e bocca e guanti da parte di venditori e acquirenti o liquido igienizzanti;

 Navigazione.
È consentita la navigazione, fatte salve disposizioni restrittive dell’autorità competente sul demanio marittimo;

 Cimiteri e riti funebri.
E’ consentito l’accesso ai cimiteri nel territorio regionale. Sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

 Biblioteche.
E’ consentita l’apertura di biblioteche pubbliche e private per la sola attività di prestito, assicurando che la consegna e la restituzione dei volumi avvenga con modalità idonee ad evitare qualsiasi rischio di contagio;

 Aree verdi e naturali.
Sono consentiti i lavori di sistemazione di aree verdi e naturali, spiagge comprese;

 Orti, terreni agricoli e boschi.
È ammesso lo spostamento anche fuori comune, presso orti, anche sociali e comunali, terreni agricoli e boschi, per attività di coltivazione a fini di autoconsumo, da parte di proprietari e altri aventi titolo;

Per tutto quanto non previsto dalla presente ordinanza, vale il dpcm 26.4.2020 e successive modifiche; consultabile al link: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/27/20A02352/sg.

Per il testo completo accedere al link della Regione Veneto: https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioOrdinanzaPGR.aspx?id=419607


NUOVO AGGIORNAMENTO ATTIVITÀ:

In allegato una scheda riassuntiva dei servizi e delle attività aperte e/o con consegna a domicilio che potrete utilizzare nel territorio di Bardolino.

Qualora altre attività vogliano aggiungersi, vi chiedo di segnalarlo così da aggiornare il depliant.

https://www.facebook.com/618050454916367/photos/pcb.3107932712594783/3107930289261692/?type=3&theater


MERCATO SETTIMANALE: Dal 30 Aprile riapre il mercato settimanale a Bardolino solo per la parte dei banchi alimentari. Si svolgerà nella piazzetta Bassani vicino alla Chiesa. L’accesso al mercato avverrà in sicurezza sulla base di un apposito piano. L’area sarà perimetrata da transenne nella zona aperta; l’ingresso sarà da via Fosse e l’uscita da via Solferino; sia chi vende che chi compra dovrà indossare mascherine e guanti, e si dovranno rispettare le distanze.
All’interno dell’area dovranno essere presenti massimo 3 persone per ogni banco. Le altre persone possono attendere all’esterno in coda rispettando il distanziamento. È consentito l’accesso al mercato di un solo componente per nucleo familiare, eventualmente accompagnato da un minore di anni 14; sarà presente anche la Polizia Locale per verificare che tutto si svolga al meglio.
Con le stesse caratteristiche riaprirà sabato mattina anche il MERCATINO CHILOMETRI ZERO di Calmasino che sarà temporaneamente spostato in Piazzale Pradarin, dietro al consorzio agrario.


IL COMUNE DI BARDOLINO VARA UN PIANO DI AIUTI PER IL TURISMO E IL COMMERCIO:

Tagli alle imposte comunali e misure concrete per sostenere le imprese del settore duramente colpite per l’emergenza Coronavirus. Un intervento di quasi 500.000 euro.

Il Comune di Bardolino vara un piano di sostegno al settore turistico e del commercio per l’emergenza Covid-19. Ad annunciarlo il sindaco Lauro Sabaini insieme ai rappresentanti delle categorie Ivan De Beni (Feralberghi Garda Veneto), Claudio Manetti (Associazione Albergatori Bardolino), Fabio Pasqualini (Confcommercio), Giorgio Sala (Associazione Degustibus).

Il piano deciso dal comune, con un intervento pari a quasi 500.000 euro, prevede:

– taglio del 40% della tassa sui plateatici;

– taglio del del 25% sulla TARI (tariffa rifiuti) nella parte variabile per le attività non domestiche;

– taglio del 50% sull’imposta per la pubblicità;

– concessione di aumenti dei plateatici in modo da compensare in parte le perdite dovute al distanziamento dei tavolini e delle sedie;

– concessione della prima ora gratuita nei parcheggi a pagamento anche per i non residenti;

– redazione di un piano promozionale di comunicazione.


CONTRIBUTI SOCIALI E DI SOLIDARIETÀ:

La Giunta Comunale ha deliberato il 22 aprile su alcune importanti misure di solidarietà a supporto  di persone fragili e famiglie in difficoltà che in questo momento sono più esposte agli effetti economici e sociali della crisi sanitaria. Ecco il dettaglio dei provvedimenti:

1)    Erogazione contributi ordinari e indigenti e inabili:

A seguito della segnalazione dell’Assistente Sociale, il Comune ha erogato sussidi di carattere

ordinario a favore di persone in difficoltà. La cifra totale stanziata corrisponde a euro 22.135,00 suddivisa in:

Contributi ordinari:

* XX- 20-15 € 3.000,00 (contributo per assistenza)

* XX -20-16 € 3.427,20 (contributo per progetto di sostegno)

* XX -20-17 € 2.570,40 (contributo per progetto di sostegno)

* XX -20-18 € 3.193,00 (contributo per emergenza sfratto)

* XX -20-19 € 9.945,00 (integrazione retta)

2)    Erogazione contributo caritas- emporio delle dodici ceste per l’attività durante l’emergenza covid-19

Il Comune ha deciso di contribuire direttamente all’acquisto di beni di prima necessità e alimenti mediante l’erogazione di un contributo dii 2.000 euro all’Emporio della Solidarietà 12 Ceste di Bardolino. I soldi verranno utilizzati per aiutare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. L’Emporio rientra nella rete realizzata da Caritas Diocesana che prevede la distribuzione di generi di prima necessità alle famiglie in ristrettezze economiche.

3)    Misure di solidarietà alimentare: criteri per l’individuazione dei beneficiari

A seguito dell’Ordinanza della Protezione Civile del 30 marzo 2020 sono stati individuati ulteriori interventi di protezione in relazione all’emergenza sanitaria nazionale.

L’Ordinanza in questione assegna al Comune di Bardolino la somma di euro 38.054,63 per i buoni spesa. Avranno diritto di priorità di assegnazione coloro che non risultino già beneficiari di altri interventi economici pubblici; le assegnazioni verranno valutate dal Servizio di Assistenti Sociali. Con la somma sopracitata i Comuni possono acquistare:

– Buoni spesa per generi alimentari da utilizzare in esercizi commerciali indicati dal Comune sul proprio sito istituzionale;

– È possibile esternalizzare tale servizio, quindi avvalersi di voucher sociali e buoni pasto;

– L’individuazione dei servizi commerciali non è soggetta a procedura standardizzata per poter mantenere la massima flessibilità.


PULIZIA PORTO DI BARDOLINO: Grazie di cuore alle persone che si sono adoperate, in modo del tutto spontaneo, per la pulizia del porto di Bardolino. In questo momento difficile la nostra comunità sta dando prova di grande unità e senso civico.


PROTESTA SIMBOLICA DEI COMMERCIANTI:

Domenica 3 maggio a Bardolino un centinaio di commercianti e gestori di attività turistiche hanno protestato simbolicamente scuotendo le chiavi delle loro attività. La protesta pacifica si è svolta nel rispetto delle direttive socio-sanitarie come segno di contrarietà alle misure del Governo. Gli operatori del terziario sono esasperati, hanno visto andare in fumo la Pasqua e anche per l’estate si preannunciano grossi problemi. Le scelte del Governo stanno aggravando la situazione e mettono a serio rischio la ripartenza di un settore fondamentale per l’economia nazionale e locale. Non c’è più tempo da perdere, le attività devono ripartire.
Come amministratori faremo tutto il possibile per sostenerli. Per questo stiamo già lavorando su ulteriori misure di sostegno.

https://www.tgverona.it/…/bardolino_piano_per_turismo_e_com…


 

51 visite