Il vino Chiaretto incontra la pesca
Aggiornato al 23 giugno 2017

Presentata questa mattina in Sala Rossa Palazzo Scaligero, la quarta edizione “La Pesca a tavola – Frutti della nostra terra”, promosso dalle Amministrazioni Comunali di Sommacampagna, Sona, Bussolengo, Pescantina, Valeggio sul Mincio, Castelnuovo Del Garda e Villafranca con il supporto del Consorzio Zai Verona e la collaborazione della Provincia di Verona.

I Comuni organizzatori dell’evento, diretto alla promozione della Pesca IGP di Verona, hanno accolto l’invito del Comune di Bardolino a promuovere il prodotto unitamente al vino Chiaretto di Bardolino

Le novità  della nuova stagione sono l’adesione all’iniziativa di Castelnuovo Del Garda  e l’introduzione di un progetto di tracciabilità  del prodotto sia posto in vendita presso le aziende agricole, sia come proposto presso i ristoranti, trattorie, agriturismi, pasticcerie e gelateria dei sette comuni. Tramite una etichetta parlante, proposta dal Consorzio Promo export SILABEL di Verona in sinergia con l’Università  di Verona,  si cercherà  di valorizzare le produzioni tipiche dei territori, tramite una gestione multimediale dei contenuti presenti nelle schede Territorio e Tipicità , che consentiranno di attivare delle specifiche analisi di tracciatura delle consultazioni da parte dell’utente finale.

I numeri dell’iniziativa sono:  71 Ristoranti/trattorie/agriturismi/pasticcerie e gelaterie; 54 Aziende agricole; 4 mercati ortofrutticoli (Valeggio, Villafranca, Sommacampagna e Sona, Bussolengo e Pescantina) ed il inoltre quest’anno  verranno proposte delle degustazioni e delle vendite anche in occasione di 14 iniziative – due per ciascun Comune

La scelta della location va quindi nella direzione di fare sinergia tra Comuni del territorio veronese, la Provincia di Verona ed il territorio del Lago di Garda, condividere e sposare progetti unitari con l’intento reciproco di pubblicizzare, ad un bacino di persone sempre più eterogeneo e variegato, la ricchezza dei prodotti della terra scaligera e delle colline moreniche. E quale contesto migliore se non il cuore di Verona, che offre le sue spettacolari bellezze storiche, architettoniche ed ambientali uniche al mondo, che vanta milioni di presenze turistiche.

I Comuni del lago sono fondamentali per tenere aperta una porta sull’Europa e in particolare sul mondo tedesco: tutti potenziali fruitori della Pesca, uno dei primi prodotti frutticoli veneti cui il Ministero ha concesso l’indicazione Geografica Protetta per storicità  e qualità .

Tant’è che domenica 25 giugno, dalle ore 16.00, nella piazzetta del porto antistante il municipio di Bardolino, ai passanti nonché ai turisti verrà  offerta l’opportunità d’assaggiare questo fresco e dissetante frutto estivo.

Obiettivi principali del progetto sono la conoscenza del territorio e dei suoi prodotti (compresa la possibilità  di degustarli presso le varie attività  ricettive), ma anche e soprattutto il riavvicinare il cittadino alla vocazione agricola della nostra zona, incentivando gli acquisti a Km 0 di frutta e verdura presso produttori locali.

 

653 visite