Festival della Geografia
Aggiornato al 12 aprile 2016

Nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi ha presentato la seconda edizione del Festival Internazionale della Geografia, che si terrà a Bardolino dal 12 al 14 ottobre. Erano presenti: Marta Ferrari, assessore alla Cultura del Comune di Bardolino, Giovanni Pontara, dirigente Ufficio Scolastico di Verona; Gabriele Lovisetto, segretario Comitato Parco Colline Moreniche del Garda. La manifestazione quest’anno avrà come focus l’uomo, le risorse, l’ambiente e sarà dedicata al geografo veronese Eugenio Turri.

Presidente Miozzi.”Apprezzo la qualità dell’edizione di quest’anno del Festival e sarò certamente presente. Sarà un’occasione importante per spiegare ai presenti come sta cambiando la geografia istituzionale del Paese, in seguito alla riorganizzazione delle Province e alla nascita delle aree metropolitane. Si potrà quindi fare chiarezza e raccontare ai cittadini come mantenere i servizi di oggi anche con un diverso assetto di governo”.

Assessore Ferrari – Bardolino:

“Il Festival Internazionale della Geografia rappresenta per il Comune di Bardolino un momento molto significativo di promozione del nostro territorio, non solo dal punto di vista didattico ma anche rivolto a tutta la comunità. Stiamo mettendo un grande impegno per la buona riuscita della manifestazione perché eventi come questo sono occasione di apprendimento per studenti, cittadini e curiosi. Speriamo che questa seconda edizione, patrocinata dalla Provincia di Verona, possa ripetersi anche in futuro con iniziative e contributi sempre maggiori”.

Dirigente Pontara:

“Sono qui per testimoniare l’impegno che in questi anni l’amministrazione comunale di Bardolino ha profuso nello sviluppo e nella promozione di iniziative rivolte ai giovani, alle scuole e all’istruzione. La geografia occupa una posizione centrale nella nostra vita ed eventi come questo contribuiscono alla crescita culturale dei nostri ragazzi. Un tema nel quale anche la scuola deve fare la propria parte”.

Segretario Comitato Parco Colline Moreniche Lovisetto: “Il nostro obiettivo è di mettere insieme Comuni, Province e Regioni in un unico progetto per il Lago di Garda. Il Festival aiuta a conoscere meglio la nostra area grazie alla geografia e a visualizzarla attraverso la fotografia. La mostra che abbiamo realizzato si compone di due elementi: una ortofoto di 60 metri quadrati posizionata sul lungolago e una raccolta di foto a Villa Carrara Bottagisio che evidenzia la presenza dell’uomo e i suoi interventi nel territorio del Lago di Garda nel corso dei secoli. La nostra è una proposta perfettamente inquadrata nello spirito della manifestazione, vogliamo far germogliare un seme che possa far conoscere la geografia delle nostre terre nei suoi diversi aspetti”.

702 visite