Bardolino Air Show: 250 mila presenze
Aggiornato al 12 aprile 2016

Il fascino delle Frecce Tricolori, la straordinaria esibizione dell’ F16 belga, le prove d’abilità (scafo ed elicottero) della Guardia di Finanza, il rumore “dolce” dell’Aermacchi Mb 326 sono solo alcuni degli ingredienti di successo dello spettacolare “Bardolino Air Show”. Si stima che l’evento organizzato dal Comune di Bardolino, in collaborazione con l’Aeroclub di Verona Boscomantico, il Club Frecce Tricolori del Garda e l’Aeronautica militare, abbia richiamato nel centro lacustre oltre 250mila persone. “E’ un dato straordinario che premia gli sforzi messi in campo da una macchina organizzativa incredibile che coinvolge il primis la Fondazione Bardolino Top”, ha sostenuto entusiasta al termine della manifestazione il sindaco di Bardolino Ivan De Beni. Primo cittadino conscio che l’incredibile affluenza di pubblico, superiore alle due precedenti manifestazioni (2008-2010), abbia per forza di cose avuto delle ripercussioni sul traffico nonostante la mole di volontari della Protezione Civile e delle associazioni di Bardolino messe in campo. Un dato su tutti può aiutare ad inquadrare la mole di gente arrivata sul Garda nel giro di poche ore. I tre bus navetta che facevano spola da Calmasino, dov’erano situati parte dei parcheggi, a Bardolino non ce l’hanno fatta a soddisfare tutte le richieste. Sono stati oltre 5 mila i biglietti staccati con fiumana di gente che a piedi ha raggiunto il centro storico di Bardolino dove, tra Punta Mirabello e Punta Cornicello, si è svolta la manifestazione. Ma anche sabato, durante le prove generali, l’afflusso sul lungolago è stato costante con positiva ricaduta economica per i tanti ristoranti, bar, pizzerie e gelaterie di Bardolino. “L’obiettivo è stato centrato: offrire ai residenti e turisti uno spettacolo unico e aiutare le categorie economiche di Bardolino a dare una impennata agli incassi”, ha chiosato con sano pragmatismo il sindaco De Beni pronto a ricordare che l’evento è stato sostenuto dall’aiuto finanziario di sponsor privati.

Foto Valentino Alberti

1.095 visite